Condividi su
Novembre 2022

Auto elettriche, la ricarica costa il 160% in più rispetto a 12 mesi fa.

Simonluca Pini - Contributing Editor Sole 24 Ore

L’aumento del costo dell’energia sta avendo impatti negativi sui costi di gestione delle auto elettriche. A ottobre 2021 si spendeva tra il 50 e il 70% in meno rispetto ad una a benzina o diesel per riempire la batteria di una vettura a zero emissioni. Oggi può costare anche di più.  
Ricaricare l’auto elettrica costa sempre di più. L’aumento dell’energia sta avendo pesanti ripercussioni per chi utilizza quotidianamente una vettura alimentata a ioni di litio, arrivando ad aumenti del 161% rispetto a dodici mesi fa. Se a fine 2021 l’auto elettrica era nettamente più economica dal punto di vista dei costi di carburante rispetto alle versioni benzina e diesel, con un risparmio tra il 50 e il 70%, oggi non è più così. Come riportato dall’analisi realizzata da Facile.it, la situazione si è completamente ribaltata.  
 
Il confronto tra ricarica elettrica e pieno di carburante  
 
Per fare l’analisi il comparatore ha preso in esame 3 modelli di auto in versione 100% elettrica diesel e benzina, tenendo in considerazione i consumi dichiarati dalle case automobilistiche (sulla base del ciclo misto WLTP) e i prezzi di energia e carburante. Per lenergia elettrica è stato considerato il costo di una ricarica domestica, usando come valore di riferimento i prezzi in vigore nel mercato tutelato ad ottobre 2021 ed ottobre 2022, mentre per benzina e diesel sono stati utilizzati i valori medi del prezzo alla colonnina rilevati a settembre 2021 e nell’ultima settimana di settembre 2022. Nello specifico per il prezzo dell’energia al kWh sono state utilizzate solo le componenti variabili di una bolletta elettrica (quindi il prezzo energia, il prezzo di dispacciamento e la PPE) in vigore nel mercato tutelato ad ottobre 2021 (0,205 €/kWh) e ottobre 2022 (0,535 €/kWh); per i prezzi di benzina e diesel, invece, sono stati utilizzati i prezzi medi alla colonnina di settembre 2021 (benzina 1,731 €/l, diesel 1,590 €/l) e dell’ultima settimana di settembre 2022 (benzina 1,633 €/l, diesel 1,738 €/l). 
 
Quanto costa ricaricare un’utilitaria, benzina, diesel ed elettrica  
 
La prima analisi ha riguardato il confronto dei costi relativi ad una vettura utilitaria di segmento B, con potenze comprese tra i 100 e i 136 cavalli. Al primo posto della convenienza economica troviamo la versione alimentata a gasolio da 100 cavalli dove, a fronte di un consumo medio di 24,4 km/l, si è registrato un aumento di spesa del 9% passando dai 65 euro del 2021 necessari per percorrere 1000 km ai 71 euro del 2022. Seconda posizione per l’auto utilitaria a benzina da 100 cavalli e consumo medio di 19,6 km/h. In questo caso la spesa è scesa del 6% grazie agli 83 euro del 2022 confrontati agli 88 euro del 2021. Ultima posizione per la citycar elettrica da 136 cavalli e consumo medio di 6,3 km/kWh, passata da una spesa di 33 euro nel 2021 per percorrere 1000 km agli 85 euro del 2022 che si traducono in un aumento del 161%.  
 
Quanto costa ricaricare una berlina media benzina, diesel ed elettrica  
 
La seconda analisi ha riguardato il confronto dei costi relativi ad una vettura berlina di segmento C, con potenze comprese tra i 130 e i 150 cavalli. Al primo posto della convenienza economica troviamo la versione alimentata a gasolio da 150 cavalli dove, a fronte di un consumo medio di 22,5 km/l, si è registrato un aumento di spesa del 9% passando dai 71 euro del 2021 necessari per percorrere 1000 km ai 77 euro del 2022. Seconda posizione per la berlina a benzina da 130 cavalli e consumo medio di 18,7 km/h. In questo caso la spesa è scesa del 6% grazie agli 88 euro del 2022 confrontati ai 93 euro del 2021. Ultima posizione per la berlina elettrica da 150 cavalli e consumo medio di 6,6 km/kWh, passata da una spesa di 31 euro nel 2021 per percorrere 1000 km agli 80 euro del 2022 che si traducono in un aumento del 161%.  
 
Quanto costa ricaricare una berlina segmento D ibrida diesel e benzina ed elettrica  
 
La terza analisi ha riguardato il confronto dei costi relativi ad una vettura berlina di segmento C, con potenze comprese tra i 249 e i 286 cavalli. Al primo posto della convenienza economica troviamo la versione alimentata a gasolio con tecnologia mild hybrid da 249 cavalli dove, a fronte di un consumo medio di 16,1 km/l, si è registrato un aumento di spesa del 9% passando dai 99 euro del 2021 necessari per percorrere 1000 km ai 108 euro del 2022. Seconda posizione per la berlina a benzina con motorizzazione ibrida mild hybrid da 258 cavalli e consumo medio di 13,2 km/h. In questo caso la spesa è scesa del 6% grazie ai 124 euro del 2022 confrontati ai 132 euro del 2021. Ultima posizione per la berlina elettrica di segmento D da 286 cavalli e consumo medio di 5,4 km/kWh, passata da una spesa di 38 euro nel 2021 per percorrere 1000 km ai 99 euro del 2022 che si traducono in un aumento del 161%.  
 





Non perdere nessun articolo del Blog Autopromotec! Iscriviti alla newsletter!

Iscriviti