Condividi su

Luglio all’insegna della stabilità per le attività di autoriparazione

02/09/2021
A luglio il settore dell’assistenza auto ha vissuto un mese all’insegna della stabilità. Dai giudizi espressi dagli autoriparatori sulle attività di officina effettuate nel mese di luglio 2021, infatti, emerge che la percentuale degli intervistati che esprimono una valutazione positiva è uguale a quella degli intervistati che esprimono una valutazione negativa. È quanto rilevato dal Barometro sul sentiment dell’assistenza auto, elaborato dall’Osservatorio Autopromotec sulla base di inchieste mensili condotte su un campione rappresentativo di officine di autoriparazione.
Come emerge dal grafico, lo scorso luglio, la differenza (saldo) tra la percentuale di autoriparatori che hanno indicato alto il livello di attività e la percentuale di autoriparatori che lo hanno valutato basso, è stata pari a zero. Un saldo neutro che esprime un andamento stabile, tuttavia incoraggiante se si guarda la tendenza emersa nei mesi precedenti, con i saldi negativi di gennaio (-23), febbraio (-30), marzo (-54), aprile (-36), maggio (-30) e giugno (-10). Tra i fattori che hanno favorito la crescita delle attività di officina ci sono di certo l’allentamento delle restrizioni dovute alla situazione sanitaria e il ritorno all’utilizzo dell’auto per viaggi lunghi, anche in vista delle vacanze estive. Il Barometro sul sentiment dell’assistenza auto ha analizzato inoltre la situazione del livello dei prezzi d’officina. In luglio gli operatori che lo hanno giudicato basso sono stati superiori a quelli che lo hanno valutato alto, come dimostra il saldo negativo a quota -10. I prezzi di officina si confermano ancora una volta bassi anche se, pure in questo caso, la tendenza è in crescita se si guarda ai primi mesi dell’anno (ad aprile il saldo era -25, a maggio -16) e stabile rispetto al mese precedente (sempre -10 a giugno). Interpellati a luglio sulle previsioni a 3/4 mesi, gli autoriparatori rintegono in gran parte che ci sarà una stabilità del livello di attività di officina (76%). Sono in pochi ad aspettarsi un aumento delle attività di autoriparazione (10%), mentre sono leggermente di più quelli che si aspettano un ulteriore calo delle attività di officina (14%). Sul fronte previsioni a 3/4 mesi sul livello dei prezzi, a luglio la stragrande maggioranza degli autoriparatori (l’84%) ritiene che resterà stabile; il 9% si aspetta un calo, mentre appena il 7% pronostica un aumento dei prezzi.